Le mie passioni

Tante le mie passioni e non solo sportive.

Dal punto di vista sportivo mi considero un atleta polivalente in quanto, nel corso della mia vita, mi sono dedicato a molteplici discipline sportive: calcio, nuoto, sci, baseball (ho giocato anche in serie A con il Lodi Baseball Club), tennis, caccia, paracadutismo, tiro al piattello, sci nautico, subacquea (trent’anni di indimenticabili ricordi), motonautica, rafting, tanta, tanta palestra e attività fisica.

Tra le varie attività sportive, due in particolare sono sempre state le mie predilette e mi riferisco al paracadutismo, che ho praticato anche in America, e alla motonautica, che mi ha regalato le più grandi soddisfazioni soprattutto a livello internazionale.

Mi è stato possibile raggiungere questi significativi risultati solo grazie all’apporto di due fattori fondamentali: il primo si configura nella mia inarrestabile voglia di vincere e di affermarmi, mentre il secondo è stato quello di avere avuto come maestro il più grande pilota di motonautica di tutti i tempi, Renato Molinari.

Nel 1986 il C.O.N.I. mi ha conferito per meriti sportivi la Medaglia d’Oro al Valore Atletico, consentendomi di entrare a far parte della prestigiosa A.M.O.V.A. (Associazione Medaglie d’Oro al Valore Atletico), della quale mi è stato conferito anche l’incarico di Addetto Stampa e Pubbliche Relazioni.

Nel 1994 la Direzione del Museo della Scienza e della Tecnica di Milano, istituzione ben nota anche a livello internazionale, ha deciso di esporre permanentemente nei suoi padiglioni un mio catamarano iridato.

Il 13 agosto 1998 ho effettuato, in una sola giornata, la traversata dei ghiacciai del Presena e dell’Adamello.

Nel gennaio 2002, insieme a mia moglie Daniela, ho inaugurato i Campionati del Mondo di BOB a quattro a Cortina d’Ampezzo effettuando, come apripista, un’indimenticabile discesa.

Ultima, ma non ultima, la passione per la scrittura.

Infatti, quando, a causa di un gravissimo incidente di gara e del tempo che trascorre troppo velocemente, sono costretto ad abbandonare le corse, mi dedico, con rinnovata passione ed entusiasmo, alla scrittura di libri di saggistica.
Proprio in questo periodo mi impegno nella realizzazione del mio decimo libro.
Nei diversi momenti della mia intensa vita mi sono anche dedicato alla riflessione. Questo mi ha permesso di esprimere alcuni pensieri tra cui:

“io ero più alto di mio padre, ma lui è stato sicuramente più grande di me!”

“a chi mi vuole bene, a chi mi vuole male, a chi non mi vuole niente… alla vita, all’amore, a te!”

“non arrendersi è una cosa che si impara dallo Sport, quello sano, come l’ho sempre inteso”

“io… e anche se è dura da digerire, si deve accettare la sconfitta, analizzarla, e ripartire… sempre!!!”

“i nostri ricordi ed i nostri sogni sono le uniche due cose che nessuno potrà mai portarci via!”